LO SCOPPIATO DEL MESE

        Hai una foto di un tuo compagno di avventure sconvolto che più sconvolto non si può? Cosa aspetti, mandacela !! 

Febbraio

2012

Il Canalone dei Camosci per arrivare sullo Zuccone Campelli: come prima uscita impegnativa ha lasciato il segno... in particolare sui legamenti del ginocchio!!
Luglio

2011

Guido devastato in vista della Grotta dei Pagani. Come prima uscita è un po’ pesantina!!

Poi però la vetta della Presolana ha ricompensato di tutte la fatiche!

Agosto

2009

Anziché tentare i guadi nel remoto Ladakh, perché non programmare delle tranquille vacanze a Cattolica?

Così poteva sfruttare al meglio l'attrezzatura da campo in dotazione....

Ciao Zia!!!

 

Maggio

2009

Una corda tesa dall'alto attaccata all'imbrago non dà abbastanza sicurezza?

Nessun problema, basta attaccarsi ad altre due corde... e il gioco è fatto!

In parete... la sicurezza prima di tutto!!!

Marzo

2009

E' più forte di lui.... non passa giorno (o meglio, escursione) che non si esibisce in spettacolari cadute, su ogni tipo di terreno!

Non contento della sua instabilità, usa spesso scarpe con suola liscia per camminare su neve anche ghiacciata!!!

 

Dicembre

2007

Gli ultimi metri di "Carletto". Sulla cima del Viso Mozzo

P.S.   E' Riuscito a tornare a casa...........!!!!!!!!

 

Ottobre

2007

Grotta dei Pagani settembre 2007.

Più che per la fatica l'espressione è dovuta alla vista dell'attacco della via normale per salire in vetta alla Presolana...

Ciao Luca, non serve essere un grande alpinista per divertirsi in montagna!

Luglio

2007

Soffri di vertigini? Ecco la nuova unità di misura: dicesi strapiombo un qualsiasi pendio che superi l'inclinazione di due gradi...

Cosa serve per superare la paura? Che il sentiero sia largo... almeno un chilometro!

Febbraio

2007

Questo "ragazzotto" ha attraversato in sandaletti la neve sul sentiero per raggiungere il V alpini in Val Zebrù, e non ce ne era poca!
Settembre

2006

Credevo che non sarei mai riuscito ad arrivare in vetta al Monte Legnone (2.609 metri, agosto 2006)

...ma finalmente con un "po’ " di fatica, siamo arrivati.

Ottobre

2005

 

A certe altitudini l'ossigeno può venir meno.

State attenti, guardate come ha ridotto 'sto povero cristo...

 

Giugno

2005

 

Cosa c'è di meglio di un sorso di una "bomba" un po' alcolica per dimenticare la fatica e la discesa ancora d'affrontare??

Ragazzi, é questo il suo vero obiettivo!!!

 

Settembre

2004

Più che scoppiata si può definire sconvolta, dopo aver vagato per giorni e giorni nell'Alpe di Siusi.

 

Aprile

2004

Nebbia, neve alta e molle, vento gelido e quant'altro non hanno fermato questa impavida pseudo-alpinista.

L'importante è non farla alzare presto la mattina... 

Febbraio

2004

La fase precedente allo "scoppiamento" è chiaramente intuibile dallo sguardo dell'ignara fanciulla.

Questa fase è definita dalla letteratura di Montagna come: "Odio profondo per gli organizzatori di escursioni con passaggi rocciosi in cresta".

Le forti vibrazioni prodotte dalle sue corde vocali, hanno impedito di produrre foto nitide una volta giunti, per l'appunto, in cresta...

Ottobre

2003

Ecco a voi un bravo, bravissimo ragazzo. Un dì decise di andare a fare un giro in montagna.

Ivi incontrò due individui estremamente equivoci, bugiardi e senza scrupoli. Il tapino, qui ritratto, sta ancora soffrendo.

Maggio

2002

 

Elemento potenzialmente valido ma mooolto pericoloso.

Quando si va in giro con lui si rischia sempre di morire.... a volte anche di fame.  In quest'occasione, per sfuggire a morte certa, è riuscito a catturare una trota perforandola con un bastone appuntito.

Ma chi è Robinson Crusue in confronto a lui ?!? 

Marzo

2002

 

 

Ha tanta buona volontà, ma talvolta si impegola in imprese ben al di sopra delle sue possibilità psico-fisiche.

Comunque se volete diventare ricchi, provate a giocarvi al lotto i suoi numeri preferiti:

1 1 8  

Febbraio

2002

 

 

Non ha avuto neanche la forza di trovare un riparo, cosicché il vento gelido ha iniziato a congelare la folta peluria che ricopre il suo volto.

Dice di portare sempre con se il suo cane per farlo scorrazzare lontano dalla città; in realtà è stato visto spesso farsi "trainare" ormai stremato dalla fatica dopo solo pochi minuti di cammino!

Gennaio

2002

 

  E' stato impossibile trovare foto recenti, è così scoppiato che ormai da anni non frequenta più la montagna, ne dentro ne fuori.
Novembre

2001

 

Questa volta gli scoppiati sono addirittura due!

Ed erano talmente scoppiati che quando si sono resi conto di quanta era la distanza che li separava dalla vetta, hanno deciso di sdraiarsi beatamente al sole saccheggiando tutto quello che c'era di commestibile all'interno dei loro zaini.

Ottobre

2001

 

...Quando si dice autolesionismo.

Pensate che questa foto, che il soggetto si è scattato da solo durante un'invernale molto faticosa (solo per lui ovviamente) al Grignone, ci è stata mandata per sbaglio da lui stesso!

La montagna non perdona e gli amici neanche!!!!

Settembre

2001

 

...E il dolore si dipinse sul suo volto.

Sembrano i versi di una poesia, invece i versi li fece lui quando a stento raggiunse la vetta del Breithorn (m. 4.165) strisciando come un verme che sta per essere schiacciato.

E' davvero brutto non essere allenati ed è proprio vero che la montagna non perdona !!

La discesa dalla vetta è avvenuta mediante l'applicazione di speciali sci al suo fondoschiena.

Il nostro amico ha l'onore di inaugurare questa divertente sezione del sito.

     La Montagna non     Perdona    2001 -  2017

|  inizio pagina  |  home page  |  e-mail  |